fotografia, Poesia

Verso Petra

deserto.JPG

Ho respirato la sabbia della Giordania
per colmare la mia sete di respiro
la sabbia
un tappo all’aria
seta sulla bocca
la sabbia
dentro una bottiglia di vetro
la sabbia calda
delirio di vento e di tempesta
sui sassi di Petra
arenaria scolpita
per i morti e per i re
e per gli dei
e per i miei occhi
colorati di rosso a strati
di verde di grigio
marmorizzati nei muri
e sporcati di fumo nero
non respiro il respiro dei morti
ed è così forte il battito alle tempie
che la testa mi scoppia di caldo e di febbre
ma ho così freddo,
mio amato,
e mi manchi come l’umido della campagna toscana
alito autunnale dei tuoi baci
mi manchi perché sto male
in questa terra arida d’acqua
e d’amore
sterile di sentimenti abbandonati nel deserto
fra i sacchetti di plastica azzurri e neri
e il tempo sembra si sia fermato
fra le feci e l’urina maleodorante
dei cavalli e degli asini
verso Petra.

4 pensieri su “Verso Petra”

Rispondi a tachimio Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...