fotografia, Poesia

Il solo silenzio che conosco

Foto Nikon rielaborazione rosanna fiori

volo di farfalla.jpg

 

Il solo silenzio che conosco

è sulle labbra di mia madre,

le sue labbra sono ali di farfalla

che la vita ha chiuso al volo leggero.

E’ l’assenza dell’uomo e del suo passo

e del suo respiro,

il suo passo è un’impronta

seppellita dal tempo

e dalla polvere della memoria,

il respiro è un sussurro di segreto

all’orecchio sincero e muto di un amico.

Il solo silenzio che conosco

passa dai tuoi ai miei occhi

per ricominciare ad ascoltare,

l’ascolto del sapere nutre il mio silenzio

lo rende assoluto e impercettibile

un foglio di carta velina

dove il mondo traspare

e posso copiare le sue righe imperfette.

E’ un sottovuoto di vetro

sordo all’urlo dell’uomo

ed al mio urlo

ed al suono delle sue esecuzioni

e delle mie

dove nascono i miei pensieri

soltanto miei

e dove lo schizzo creativo

è l’unica mia fertilità.

Il silenzio che vorrei conoscere

è dentro una camera anecoica

è il solo silenzio che mi fa ascoltare

i rumori del mio corpo

lo scorrere del sangue che pulsa sul timpano

il battere del cuore che mi sorregge,

potrei tornare feto

e galleggiare in quel silenzio

e in un parto di primavera

tornare alla vita

per riascoltare il mio pianto.

4 pensieri su “Il solo silenzio che conosco”

Rispondi a Antonella Lallo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...