arte

Mariam

«Non si possono contare le lune che brillano sui suoi tetti, né i mille splendidi soli che si nascondono dietro i suoi muri.»  versi del poeta Saib-Tabizi sulla città di Kabul

Foto Nikon (rosanna fiori)

Mariam.JPG

 

Il burka che mi hai regalato,

quando la sera sei tornato a casa

era come l’azzurro del cielo

come il manto della madonna.

Non avevo mai indossato il burka,

il suo tessuto mi soffocava la bocca

e inciampavo nella sua lunghezza,

da allora ho visto il mondo attraverso una grata.

Mio padre mi ha ceduta

come un pezzo di pane ancora caldo,

a te

che mi hai addentata, affamato.

Mio padre, come una bestia feroce,

lui pure

ha divorato la mia volontà

e ha sepolto per sempre la mia dignità.

Non ero ancora una donna,

fiorivano appena i miei quindici anni.

Io non ti conoscevo.

Eri già un uomo tu, da molto tempo.

Non conoscevo il tuo viso,

né i tuoi capelli grigi,

né i tuoi occhi iniettati di sangue,

né conoscevo le tue mani grosse e tozze.

Nella nikka ti ho visto

attraverso lo specchio,

i tuoi occhi per un solo istante

hanno incrociato i miei.

I miei in quell’istante

si sono chiusi per sempre.

Poi tutto è avvenuto in un soffio di vento.

In un soffio di vento

e in una notte di cielo nero

acre del tuo odore di fumo di tabacco

estraneo sul mio corpo debole di bambina,

ho accettato il tuo seme.

E tutti i giorni indosso il mio burka celeste,

vi nascondo il viso,

il volto di una donna è affare solo del marito,

vi nascondo le labbra,

non parlano ormai già da tanto tempo,

vi nascondo gli occhi verdi

sepolti da una nuvola carica di lacrime.

Anche i sorrisi vi nascondo,

perché li tengo solo per me

come una vergogna.

Io non lo so di essere felice.

Non so neppure se sono infelice.

Io sono e basta

come l’alito della mia stessa esistenza

impalpabile e tiepido

e muto

come il silenzio.

 

Poesia di rosanna fiori tratta da “Qualcosa di me, poesie e altro”

La poesia è nata dopo la lettura di “Mille splendidi soli” di Khaled Hosseini.

Annunci

Un pensiero riguardo “Mariam”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...