fotografia, Poesia

La tua voce, ora

Foto Nikon rosanna fiori

La tua voce, ora

è un percepire

senza il calore del tuo respiro,

senza il movimento delle tue labbra.

E’ un percepire

come un vento d’autunno leggero

che sui viali spazza le foglie morte.

E’ un percepire,

la tua voce, ora

un suono leggero lontano

come il rintocco triste di una campana

come un sussulto del mio cuore

quando mi batte nella gola.

La tua voce, ora

così vicina

è nell’orecchio

come la nota musicale

di una poesia ascoltata con te.

E’ il brivido del ricordo,

di quando sul palcoscenico recitavi

e mi incantavi,

con le parole danzavi sulla mia anima.

La tua voce così potente

nell’urlo disperato della tua libertà,

nel pacato sussurro della tua preghiera,

è un percepire per me

distante come il mare,

come la carezza di mia madre.

6 pensieri su “La tua voce, ora”

Rispondi a Poesie Stralciate Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...